Lunedì, 01 Giugno 2020
 
A-   A   A+
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Una mattina di presidio e comunità: gli inquilini Ater al consiglio regionale.

ater veneziaE’ stata davvero una bella giornata, senza retorica. Non per il meteo sicuramente. Sin dalle prime ore della mattina la pioggia prima e il nevischio dopo ci hanno accompagnato dalle stazioni dei treni delle varie città sino a Palazzo Ferro Fini e viceversa. 

Ciò nonostante più di un centinaio di inquilini hanno “assediato” la sede del consiglio regionale mentre una delegazione del coordinamento regionale saliva su ad incontrare i Consiglieri della seconda commissione, l’assessora Lanzarin ed i tecnici della Regione ed a presentare la piattaforma di rivendicazioni e punti critici della legge Erp 39/2017 che abbiamo elaborato in questi quasi 6 mesi di lotta. 

Una piattaforma nata dal basso e costruita presidio dopo presidio, assemblea dopo assemblea, condominio su condominio. Una serie di rivendicazioni certamente patrimonio delle lotte per la casa degli ultimi anni ma arricchita da questa straordinaria esperienza che si sta portando avanti. Molti dei punti della piattaforma sono diretta espressione delle istanze degli inquilini.

Migliaia di persone che continuano a muoversi e mobilitarsi nonostante l’età, la difficoltà ad arrivare a fine mese, le minacce delle varie Ater. Una forza straordinaria che ha fatto in modo di costringere chi aveva posizioni critiche sulla legge  molto “soft” di dover rincorrere gli inquilini e sposare le nostre tesi.

Il grande lavoro fatto fin qui anche dalle realtà che “accompagnano” questa lotta – Asc, Rifondazione Comunista, Adl Cobas e Sportello Meticcio – sarebbe stato vano senza il coraggio e la voglia di essere protagonisti di queste persone.

Ricordiamo un dato non da poco: le nostre “delegate” ( 3 splendide donne, vogliamo sottolinearlo) hanno potuto rappresentare le centinaia di inquilini ed inquiline forzando i meccanismi classici della rappresentanza, visto che formalmente la Regione non ha mai voluto riceverci e farci partecipare ai tavoli tecnici. Questo la dice lunga sulla forza accumulata in questi mesi!

E ora? Aspettiamo buone notizie. Il regolamento che porterà le modifiche alla legge in termini sostanziali può essere varato. Ma dobbiamo stare vigili: sino a che non vedremo nero su bianco le modifiche ( e che tipo di modifiche) non potremo star tranquilli. Sarà nostro compito continuare questa lotta e portare a casa una vittoria che possa essere tale. Non dimenticandoci che la battaglia per una riforma radicale delle Ater e più in generale per il diritto alla casa, non finirà di certo con questa legge! 

Le rivendicazioni presentate devono essere accolte, altrimenti non ci fermeremo!

p.s. abbiamo letto che la Regione terrà un corso per spiegare il funzionamento del famoso algoritmo usato per il calcolo dei canoni. Non bastavano i soldi spesi a spese della collettività per il software?Ad alcuni di noi è bastato un foglio excel. Siamo disponibili a spiegarvi come funziona..contattateci!

Coordinamento regionale degli inquilini Ater

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information