Login

Chi è on.line

Abbiamo 716 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
47
Articoli
3257
Web Links
4
Visite agli articoli
8372436
LOGIN/REGISTRATI
Venerdì, 23 Agosto 2019
A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

logo iic lendinaraCampagna elettorale da bar quella finora svoltasi a Lendinara.  Volano parole grosse contro lo schieramento Viaro dalla lista Ferlin, rispettivi rappresentanti delle due maggiori coalizioni costruite con pezzi di partiti variegati che gli avvenimenti locali e la confusione ideologica hanno contrapposto pur avendo la medesima origine:  sia Viaro che Ferlin dopo tutto, sempre  nel

centro-destra nascono; l'uno ha fatto il vicesindaco all'altro per 10 anni, l’uno ha fatto da staffetta all’altro nella carica di Sindaco, hanno condiviso pure i consigli di amministrazione in tema di fusione acquedotti.

La contrapposizione tra gli schieramenti,  vista l’uguale origine, sembra incredibilmente vertere su “uova di pasqua fotografate con bambini e statue del duce toccate con trasporto da compagno di cordata politica” oppure verte sugli stili di governo proposti più che sulla differenza di idee alla base. 

Si diceva campagna elettorale da bar, attacchi a tutto tondo, ma con una forte differenza di stile:  uno dice all'altro "troppo accentratore,  inaffidabile,  manovratore, intrallazzatore, spregiudicato, dedito al culto della  propria personalità, Mangiafuoco" e Viaro non risponde, come  quasi sempre ha fatto; chi lo conosce sa che questo fa parte del suo stile politico; in genere lascia al tempo e alle attività svolte la risposta e probabilmente spera, in cuor suo, che gli avversari si impicchino con le loro stesse parole.

Comunque  sembra di capire che lo sgarbo più offensivo, perpetrato dal Viaro,  sia stato quello di volere in coalizione il PD o, a seconda della versione, di aver ascoltato la proposta e desiderio del PD (o forse di Viaro) di fare la “grosse Koalition” alla Merkel.  Questa ipotesi di coalizione immorale tra centrodestra e PD avrebbe causato  l’immediata  discesa in campo del Ferlin (centro-destra) mettendolo, lancia in resta, proprio a  capo di una coalizione con il PD come componente principale.

Ammettiamo  che non abbiamo capito la cosa, si litiga per un apparentamento e poi ci si sposa con la medesima famiglia? Non si capisce, ma crediamo non lo abbiano capito nemmeno loro.

Noi non possiamo fare altro che prendere atto degli avvenimenti, però resta il dovere politico di far notare ai contendenti che nessun  programma elettorale  è stato ancora presentato e non si parla, nemmeno sui giornali, delle proposte dei singoli candidati.  È vero che il Ferlin accenna alla semplificazione amministrativa come punto centrale del suo programma,  ma è un po' poco per definirlo un programma elettorale. Non sarebbe forse il caso di iniziare a parlare dei tanti problemi che ha Lendinara tanto per sapere quel che le coalizioni propongono? Per esempio in tema di caro rette e privatizzazione della casa di riposo, in tema di ampliamento discarica di S.Urbano (dove Viaro ha già espresso la sua forte contrarietà), in tema di ulteriori insediamenti di polli, in tema di commercio locale, di spopolamento dei negozi del centro storico, in tema di decoro urbano, di finanziamenti, di contenimento dei costi della macchina amministrativa,  di fusione o convenzioni tra Comuni, in tema di trasporti, di aree industriali / commerciali, in tema di sociale, di alleggerimento tributario (a Lendinara vantiamo le aliquote massime possibili, ma speriamo che nessuno dei due si vanti di risparmi su tariffe e tasse  dopo che le hanno portate al massimo quando sedevano su quelle sedie e in quel modo sono rimaste).

Insomma cari candidati Sindaci... che ne dite di fare un bel dibattito pubblico invitando la cittadinanza a prendere coscienza dei vostri progetti che vi devono impegnare seriamente su Lendinara?

Questo è l’invito che Italia in comune, sezione di Lendinara, rivolge ai candidati sindaci; facciamo un po' di Politica con la “P” maiuscola, facciamo un po’ di democrazia, non solo a parole ma anche nei fatti.

Italia in Comune sez. di Lendinara

Luca Zamarco - Franco Conti

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

referendum interventi Ecoambiente responsabilità Civitanova annunciato dichiarato responsabile associazioni capogruppo Comunicato possibilità dipendenti all'interno amministrazione attraverso condannato lavoratori condizioni manifestazione intervento democrazia commissione pubblicato Alessandro Redazionale importante maggioranza ambientale parlamentari presentato situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente Parlamento carabinieri Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information